Regione Piemonte

Cerreto d'Asti | Presentazione del libro "Sostenibilità, equità, solidarietà" di Maurizio Pallante

Published on 12 September 2019 • Cultura Piazza Ingegnere Pietro Mosso, 8, 14020 Cerreto d'Asti AT, Italia

Sabato 23 novembre, dalle ore 18:00, alla S.A.N. (Scuola di Agricoltura Naturale) di Cerreto d'Asti, per la rassegna "Autunno Letterario", è in programma la presentazione del libro "Sostenibilità, equità, solidarietà" di Maurizio Pallante.


Recensione


Il Movimento per la Decrescita Felice è un’associazione nazionale, di sensibilizzazione pubblica per favorire il ben-essere della cittadinanza, ciò che è a basso impatto ambientale, che non crea sfruttamento sugli esseri viventi e che permette un’equa distribuzione del denaro, come i lavori utili, tecnologie pulite per ridurre gli sprechi di risorse, piccole e medie aziende etiche, e tanto altro.
MDF è stato fondato nel 2007 da Maurizio Pallante, saggista ed esperto di riduzioni degli spechi, ed è oggi presieduta da due presidenti: Lucia Cuffaro di Roma e Michel Cardito di Brescia.
Consta di 20 Circoli territoriali che operano localmente su base volontaria con l’intento di avvicinare le persone alle idee e pratiche della decrescita attraverso formazione interna ed eventi di sensibilizzazione (seminari, laboratori presentazione libri, eco-feste, convegni, collaborazioni con altre realtà).
Il movimento ha una casa editrice (Edizioni della decrescita felice) e ha costituito l’Università del saper fare per valorizzare il recupero delle conoscenze e delle pratiche necessarie all’autoproduzione di beni. Ha avviato una mappatura di esercizi commerciali, in particolare nel settore alimentare, della ristorazione e dell’ospitalità, nel progetto denominato “I locali della decrescita felice”. Organizza confronti con aziende e professionisti che producono, commercializzano e installano tecnologie che aumentano l’efficienza nell’uso delle risorse, riducono l’impatto ambientale e recuperano i materiali contenuti negli oggetti dismessi, con l’obiettivo di promuovere un’economia parallela in grado di creare occupazione in attività che riducono l’impronta ecologica.


Fonte: S.A.N. (Scuola di Agricoltura naturale)